ItalianIT

Il Campus Sostenibile

pres01L’ONU e l’UNESCO hanno sottolineato l’importanza ed il ruolo della scuola nell’educazione alla sostenibilità dichiarando il decennio 2005-2015 dedicato all’educazione per uno sviluppo sostenibile con lo scopo di “integrare i principi, i valori e le pratiche dello sviluppo sostenibile in tutti gli aspetti dell’educazione e dell’apprendimento, al fine di affrontare i problemi sociali, economici, culturali ed ambientali che si dovranno affrontare nel presente 21mo secolo”.

http://www.unescodess.it (sito italiano sul decennio educazione sviluppo sostenibile)

http://www.un-documents.net/a57r254.htm (allegato “United Nations Decade of Education for Sustainable Development”)

http://unesdoc.unesco.org/images/0013/001393/139369e.pdf (allegato “UNESCO and Sustainable Development)

Passare da una cultura consumista ad una della sostenibilità, adottando politiche eco-compatibili, è oggi una necessità stringente ed una sfida globale, ma anche una straordinaria opportunità di innovazione. Porre la sostenibilità come colonna portante di ricerca, formazione e procedure amministrative all’interno dell’Università, significa porsi nuovi obiettivi, in relazione a una visione più vasta, che include la sostenibilità in ogni azione quotidiana.

Policy Statement del Senato

Il Senato Accademico dell’Università degli Studi di Ferrara, esprime l’impegno dell’Ateneo in modo formale e solenne:

  • a sviluppare “il paradigma della sostenibilità” nella gestione delle strutture;

  • a far avanzare la sostenibilità attraverso la ricerca;

  • a promuovere le buone pratiche di sostenibilità attraverso l’aumento dell’efficienza, l’uso di risorse rinnovabili, la diminuzione dei rifiuti e di materiali dannosi per l’ambiente;

  • a promuovere una mobilità sostenibile;

  • a promuovere la sostenibilità in campo alimentare;

  • a promuovere e sostenere attività autonome degli studenti nel settore della sostenibilità;

  • a migliorare gli aspetti paesaggistici e gli ecosistemi.

E’ possibile consultare il testo integrale della delibera del Senato Accademico sulla Sostenibilità.

L’Università si impegna inoltre a stabilire opportuni indicatori di sostenibilità in grado di registrare lo stato presente ed i miglioramenti che si possono raggiungere.

A questo proposito sono disposte opportune strutture al servizio della sostenibilità nell’Università di Ferrara, tra cui:

  • il Consiglio per la Sostenibilità;

  • l’unità di personale per il coordinamento logistico;

  • questo portale della sostenibilità di Ateneo, inserito all’interno del portale Unife, che raccolga i vari aspetti e porti a conoscenza di studenti e cittadinanza le attività dell’Ateneo.

 

LA SOSTENIBILITA’: UN QUADRO D’INSIEME

 

pres02

La sostenibilità si realizza grazie all’intersezione tra tre diversi ambiti: sociale, ambientale ed economico. Qualora l’intersezione riguardasse solo le sfere sociale ed ambientale si giungerebbe a una situazione di vivibilità; nel caso di collaborazione tra ambito economico e sociale si manifesta una condizione diequità; quando invece a intrecciarsi sono le sfere ambientale ed economica si giunge a una situazione di realizzabilità.

 

La sostenibilità si realizza grazie all’intersezione e alla collaborazione proficua tra tutti e tre i diversi ambiti: sociale, ambientale ed economico, in modo tale da soddisfare la definizione di sviluppo sostenibile, formulata nel Rapporto Brundtland (1987) (documento integrale in inglese):

Senza-titolo-2

 

Un’altra rappresentazione della Sostenibilità è data dal modello “Russian Dolls” di R. Levett (Journal of the Royal Statistical Society, 1998), dove l’ambiente è il contesto che include società ed economia, permettendo la loro esistenza:

pres04

 

Cos’è la “Scienza della Sostenibilità?”

La scienza della Sostenibilità non è ancora un campo autonomo o una disciplina precisa, bensì un’arena molto movimentata, nella quale si uniscono cultura teorica e pratica, prospettive globali e locali da nord e sud, si trova interdisciplinarietà tra le scienze naturali e sociali, l’ingegneria e la medicina. Il suo campo d’azione, le sue domande fondamentali, i suoi criteri per il controllo della qualità sono in continuo mutamento sostanziale e si può attendere che questa situazione rimanga tale per qualche tempo. Tuttavia (…) c’è sicuramente qualcosa di diverso "nell’aria", qualcosa che è intellettualmente stimolante, praticamente irresistibile, e potrebbe anche essere chiamato "scienza della sostenibilità".”

E’ nata la ‘Scienza della Sostenibilità’, il cui oggetto di studio è l’interazione tra sistemi naturali e sistemi sociali” - PNAS 100 (14) (8 July 2003):  8059-8091. (Articolo completo, in inglese)

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Per saperne di piu'

Accetto / Chiudi

Policy cookie sul sito sostenibile.unife.it

 

Che cosa sono i cookies?
I cookies sono informazioni testuali che si vanno ad installare sul dispositivo di navigazione dell'utente ogni qualvolta quest'ultimo visita le pagine di un sito web.
I cookies sono utilizzati per scopi tecnici di normale funzionamento di un sito web oppure per memorizzare informazioni mirate a profilare l'utente in base ai suoi interessi analizzando totalmente, o in parte, la sua esperienza di navigazione.
Poiché i cookies contribuiscono, quindi, sia a migliorare l'efficienza della visualizzazione delle pagine web di un sito, ma anche a garantire che contenuti pubblicitari siano mirati all'utente, essi si suddividono in 3 tipi:

 

cookie tecnici

cookie di terze parti

cookie di profilazione

 

 

I cookie tecnici
Questo tipo di cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito e vengono anche classificati come strictly necessary, ovvero “strettamente necessari”. Basti pensare, ad esempio, ai sistemi di login all'interno di un portale, che ricorda all'utente la persistenza all'interno della sua area privata.
Poiché questi cookie derivano principalmente dal sito o portale stesso, essi si definiscono cookie di prime parti e, vista la loro natura, il loro utilizzo non richiede il consenso dell'Utente ai sensi dell'art. 122 comma 1 del D.Lgs. 196/2003.
Rientrano in questo tipo di cookie quelli utilizzati dai sistemi di statistiche sul numero di accessi alle pagine del sito, detti analitycs, ma anche quelli impiegati nella gestione del passaggio tra pagine protocollate in http verso quelle https per garantire la sicurezza dei dati dell'utente.

 

 

 

I cookie di profilazione
Diversamente dai cookie tecnici, quelli di profilazione tengono traccia del comportamento di navigazione dell'utente. Talvolta vengono impiegati nei form di registrazione a particolari servizi all'interno dei siti o nei carrelli elettronici. La loro permanenza all'interno del sistema utente (browser) è variabile.
Ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 196/2003, l'utilizzo di suddetti cookie necessita preventivamente il consenso dell'utente attraverso un messaggio posto in un banner ben visibile all'interno di ciascuna pagina del sito.
Tale banner verrà proposto finché l'utente non ponga l'accettazione volontaria, che potrà essere revocata ogni qual volta l'utente lo desideri. La sua inibizione non inficerà sul corretto funzionamento del sito.

 

 

 

I cookie di terze parti
All'interno di alcuni siti si possono trovare elementi condivisi da altri portali esterni, come ad esempio le mappe, i video, i social plugin o banner pubblicitari. Poiché le informazioni condivise vengono prese da siti diversi, questa tipologia di cookie si identificano come di terze parti e potrebbero raccogliere varie informazioni relative alle preferenze di navigazione dell'utente all'interno del sito ove i loro elementi sono stati condivisi.

 

 

 

Abilitare e disabilitare cookie tramite le opzioni del browser

I cookie sono salvati sul computer dell'utente e riguardano i siti visitati. I cookie contengono informazioni inerenti alle preferenze sui siti e allo stato di procedure di login. Per poter abilitare o disabilitare cookie sul browser è possibile riferirsi alle seguenti guide:

 

Firefox browser

Internet Explorer

Safari

Google Chrome

 

Se si utilizza un altro tipo di browser è possibile riferirsi alla specifica documentazione riguardante la gestione dei cookie.